• Mainimages1
  • Mainimages2
  • Mainimages3
  • Mainimages4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

 

 

  Scarica il bando di concorso a.a. 2018/2019

  Scarica il riepilogo delle scadenze a.a. 2018/2019

 

 

Concorso Benefici ALFA a.a. 2018/2019 - Domande on line

LE DOMANDE DI BENEFICI POTRANNO ESSERE PRESENTATE DAL GIORNO 2 LUGLIO 2018

 

 

RACCOMANDAZIONI PRIMA DELLA COMPILAZIONE:

  • Consultare il bando di concorso a.a. 2018/2019 per la verifica dei requisiti di partecipazione.
  • Essere in possesso del numero di matricola, del codice fiscale e di un valido documento di identità (art. 6 del bando di concorso).
  • Gli studenti residenti in Italia devono munirsi della attestazione ISEE universitario (che si applica alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario) previsto dalla vigente normativa. Tale attestazione non deve superare i limiti stabiliti dall'art. 13 del bando di concorso. 
  • Gli studenti non residenti in Italia devono munirsi della documentazione prevista dall'art. 14 del bando di concorso. Verrà richiesto l’upload di tale documentazione. I limiti di reddito sono stabiliti all’art .13 del bando di concorso.
  • Per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo, conoscere la propria situazione riguardo al requisito di merito (artt. 9 e 11 del bando di concorso a.a. 2018/2019). Gli studenti iscritti all’Università degli Studi di Genova possono consultare il sito www.studenti.unige.it alla sezione “Servizi online agli studenti”.
  • Essere in possesso del codice IBAN della Banca o dell'Agenzia postale tramite il quale viene accreditato l'importo della borsa di studio.

Si ricorda che:

1.      il pagamento della borsa di studio avverrà esclusivamente mediante l’accredito sul conto corrente bancario o postale acceso in Italia intestato allo studente che ha richiesto il beneficio. Si precisa che non si possono effettuare accrediti su carte pre-pagate, su libretti di risparmio e su conti correnti intestati a soggetti diversi dal beneficiario ALFA;

2.       le comunicazioni di ALFA,  anche quelle relative agli accertamenti, saranno effettuate agli studenti attraverso l’indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda di benefici dallo studente stesso. La mancata lettura delle comunicazioni non può costituire motivo di contestazione.