Seguici su:

 

Regione Liguria con la deliberazione di Giunta Regionale n. 416 del 14 maggio 2021 Recepimento dell’Accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016 finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione e modifica delle modalità regionali per l’accreditamento dei soggetti erogatori di corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro”  ha definito le nuove disposizioni per la realizzazione degli interventi formativi ai sensi degli articoli 32, 34, 73 e dell’allegato XXI del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.

In considerazione di ciò cessa la validità dei provvedimenti e delle procedure di accreditamento precedentemente in vigore, sia per ciò che concerne gli organismi formativi accreditati, sia per ciò che concerne i docenti utilizzati.

1. Nuove modalità per lo svolgimento attività formative ai sensi degli artt. 32 e 34 del D.lgs. n. 81/2008

Gli organismi accreditati ai sensi della l.r. n. 18/2009 in conformità del modello approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 28/2010 per la macrotipologia 3 “Formazione per tutto l’arco della vita”, che intendano svolgere attività formativa ai sensi degli artt. 32 e 34 del D.Lgs. n. 81/2008, possono richiedere l’inserimento in un elenco di organismi formativi idonei allo svolgimento delle suddette attività.

Utilizzando l’apposita modulistica resa disponibile nella presente pagina, approvata con Decreto del Direttore Generale di ALFA n. 1138 dell’8 giugno 2021, i suddetti organismi formativi si impegnano a svolgere le attività formative sulla base di quanto espressamente indicato negli Accordo del 7 luglio 2016 e del 21 dicembre 2011, con particolare riferimento a:

- utilizzo di docenti in possesso dei requisiti previsti dal Decreto Ministeriale del 6 marzo 2013;

- articolazione dei percorsi formativi, le modalità di verifica degli stessi e le modalità di tenuta dei registri e di produzione degli attestati ai sensi degli accordi contenenti la descrizione degli interventi formativi da erogare;

- presentazione di idonee comunicazioni in merito ai percorsi formativi erogati.

La modulistica corredata degli allegati richiesti può essere trasmessa esclusivamente a mezzo PEC all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Modulistica iscrizione elenco enti idonei formazione RSPP, ASPP, RSPP Datori di lavoro

 Informativa trattamento dati personali da allegare all'istanza

2. Modalita’ per lo svolgimento delle attività formative ai sensi dell’art. 73 del D.lgs. n. 81/2008

Per ciò che concerne le procedure relative alla formazione per l’utilizzo delle attrezzature di lavoro ex art. 73 del D. Lgs. n. 81/2008 opera l'obbligo di presentazione dell'istanza di riconoscimento dei progetti formativi, ai sensi dell’art. 76 della l.r. n. 18/2009, al Servizio Formazione Professionale di ALFA competente per territorio.

Le domande di riconoscimento dovranno essere predisposte ai sensi dell'Ordinanza del Direttore Generale di ARSEL n. 808 del 28/07/2016 che ha approvato l'Avviso pubblico per il riconoscimento di attività formative e successiva Ordinanza del Direttore Generale di ALFA n. 59 del 07/02/2017 che ha approvato la versione aggiornata degli allegati all’Avviso pubblico, utilizzando i modelli dedicati disponibili sul sito ufficiale di ALFA.

https://www.alfaliguria.it/index.php/avvisi-attivi-fse-e-altri-fondi/118-riconoscimento-di-attivita-formative-private-non-finanziate

Possono presentare domanda di riconoscimento ai sensi della deliberazione di Giunta Regionale n. 392/2013:

- le aziende produttrici/distributrici/noleggiatrici/utilizzatrici (quest’ultime limitatamente ai loro lavoratori), di attrezzature di cui all’accordo Stato – Regioni del 22 febbraio 2012;

- i soggetti formatori con esperienza documentata, almeno triennale, nella formazione per le specifiche attrezzature di cui all’accordo Stato – Regioni del 22 febbraio 2012, accreditati ai sensi della l.r. n. 18/2009 in conformità del modello approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 28/2010 per la macrotipologia 3 “Formazione per tutto l’arco della vita”;

- i soggetti formatori con esperienza documentata di almeno 6 anni nella formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, accreditati ai sensi della l.r. n. 18/2009 in conformità del modello approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 28/2010 per la macrotipologia 3 “Formazione per tutto l’arco della vita”.

I soggetti formatori devono essere in possesso dei requisiti di natura generale (Idoneità dell’area e disponibilità delle attrezzature), di cui all’allegato I dell’accordo Stato – Regioni del 22 febbraio 2012 ed avvalersi di docenti in possesso dei requisiti indicati al punto 2 dell’Accordo stesso.

Gli enti ritenuti idonei saranno inseriti in apposita sezione dell’elenco di cui al precedente punto 1.

3. Modalitaper lo svolgimento delle attività formative ai sensi dell’allegato XXI del D.lgs. n. 81/2008

Le attività formative di cui al suddetto allegato XXI riguardano le seguenti figure:

- Lavoratori e preposti addetti al montaggio/smontaggio/trasformazione di ponteggi (articolo 136, comma 8 del d.lgs. n. 81/2008);

- Lavoratori addetti ai sistemi di accesso e posizionamento mediante funi (articolo 116, comma 4 del d.lgs. n. 81/2008);

- Preposti con funzioni di sorveglianza dei lavoratori addetti ai sistemi di accesso e posizionamento mediante funi (articolo 116, comma 4 del d.lgs. n. 81/2008).

Qualora le attività vengano svolte da soggetti formatori accreditati ai sensi della l.r. n. 18/2009 in conformità del modello approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 28/2010 per la macrotipologia 3 “Formazione per tutto l’arco della vita”, questi sono tenuti a presentare idonea istanza di riconoscimento dei progetti formativi, ai sensi dell’art. 76 della l.r. n. 18/2009 al Servizio Formazione Professionale di ALFA competente per territorio. La procedura seguirà quanto già previsto al precedente punto 2).

I soggetti formatori dovranno avvalersi di docenti in possesso dei requisiti indicati ai punti 2 dell’Allegato XXI del d.lgs. n. 81/2008.

Gli enti ritenuti idonei saranno inseriti in apposita sezione dell’elenco di cui al precedente punto 1.

4. Obbligo di comunicazione

Al fine di poter disporre di un quadro costantemente aggiornato dell’offerta formativa regionale in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro nonché degli esiti delle attività corsuali realizzate, tutti gli Organismi presenti all’interno dell’elenco di cui al punto 1) e/o della sezione dedicata di cui ai punti 2) e 3) che realizzino attività formative ai sensi delle presenti disposizioni devono inviare al Servizio Accreditamento di ALFA, entro il 31 gennaio di ciascun anno, un report relativo ad ogni edizione corsuale svolta con indicazione della durata, dei moduli svolti, dei docenti utilizzati e dei soggetti qualificati, all’indirizzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., utilizzando l’apposita modulistica che verrà resa disponibile nella presente pagina.

5. Attestati di frequenza

Per facilitare la riconoscibilità degli attestati di frequenza e la loro circolazione nel territorio regionale, gli Organismi formativi inseriti negli elenchi istituiti ai sensi delle presenti disposizioni, dovranno utilizzare:

- per le attività formative di cui agli articoli 32, 34 ed allegato XXI del decreto legislativo n.81/2008, i modelli di attestato di frequenza e profitto approvati con dGR n. 416/2021:

 modello attestato art. 32;

 modello attestato art. 34;

 modello attestato allegato XXI;

- per le attività di cui all’articolo 73 del decreto legislativo n. 81/2008 il modello di attestato di abilitazione approvati con dGR n. 416/2021:

 modello attestato art. 73.

Torna all'inizio del contenuto